Igiene Prevenzione

Cosa si intende per Igiene e Prevenzione?

Nel settore dentale , quando si parla di igiene prevenzione orale, si intendono tutte quelle azioni volte ad evitare l’insorgenza di carie e/o di malattie parodontali.

Prevenire significa precedere qualcosa, agire prima che si verifichi ,impedire che qualcosa si manifesti…..

La causa principale da ricercarsi nella placca, una pellicola bianco-giallastra formata da batteri e da residui alimentari che se non costantemente rimossi con le normali manovre di igiene prevenzione orale determina la comparsa di infiammazione gengivale che con il passare del tempo si approfondisce nei tessuti più profondi del dente. Inoltre la placca può trasformarsi, a contatto con i fluidi salivari, in tartaro, la cui rimozione e’ molto più complicata con le semplici manovre di igiene domiciliare…(Vai al video: Ablazione tartaro). Gengive che sanguinano quando ci si lava i denti, alito cattivo che rende difficile anche chiacchierare con gli amici e, in alcuni casi, denti che ballano e addirittura cadono, (Vai al video: Piorrea) sono solo alcune delle conseguenze di gengive trascurate e poco sane, una condizione che interessa quasi il 90 per cento degli italiani. Mantenere una corretta igiene e prevenzione non e’ solo importante per la salute orale, ma anche a prevenire numerosi disturbi cardiaci. Lavarsi i denti regolarmente è fondamentale per la salute della bocca ma solo se l’igiene prevenzione orale viene effettuata regolarmente e nel modo corretto.

Dieci errori da evitare per una efficace igiene orale

Spazzolatura per un tempo troppo breve: È importante seguire le indicazioni dei dentisti che consigliano almeno 2 minuti di spazzolatura. Può sembrare un’eternità, soprattutto per un bambino, ma è fondamentale dedicare il giusto tempo alla spazzolatura dei denti.

Spazzolatura non regolare: E’ importantissimo spazzolare i denti, regolarmente, due volte al giorno. Lavarsi i denti una sola volta al giorno o, peggio, saltando qualche giorno, rende praticamente inefficace la nostra igiene orale.

Usare lo spazzolino sbagliato: Lo spazzolino è molto importante, perché setole sbagliate possono causare sanguinamenti e recesso gengivale. Chiedete consigli al vostro dentista per sapere qual è quello più adatto a voi.

Pulire in modo improprio: Non spazzolare mai i denti verticalmente con un movimento verso l’alto e verso il basso. I dentisti raccomandano di spazzolare con un movimento circolare, con lo spazzolino da denti posizionato con un angolo di 45 gradi. Questo aiuta a rimuovere i batteri e particelle di cibo intrappolate tra i denti e negli interstizi vedi video corretto spazzolamento

Non spazzolare bene tutta la bocca: I dentisti sottolineano il rischio che le persone possano spazzolare più vigorosamente nelle fasi iniziali dell’igiene e farlo meno efficacemente, anche perché più stanchi, verso la fine. Quindi gli ultimi denti spazzolati non avranno l’attenzione che meritano . Non spazzolate in modo routinario iniziando sempre dalla stessa parte e con gli stessi denti.

Non spazzolare la parte interna dei denti: La placca può crescere su qualsiasi superficie del dente, comprese quelle interne. Se non posizionate correttamente lo spazzolino da denti, non si può raggiungere quella parte.

Non pulire la lingua: Anche la lingua ha bisogno di igiene. Utilizzate gli appositi raschietti o passate lo spazzolino, in questo modo migliorerete l’alito ed ucciderete i batteri che vivono sulla lingua.

Non risciacquare lo spazzolino dopo aver finito: Pensate a tutti i batteri che restano sullo spazzolino appena usato. Prima di riporlo nell’astuccio sciacquatelo bene con acqua corrente.

Non sostituire il vostro spazzolino da denti quando si dovrebbe: Normalmente bisogna sostituire lo spazzolino da denti ogni tre mesi ma, se le setole presentano segni di consumo, è bene sostituire comunque lo spazzolino. Quando si è malati la quantità dei batteri presenti in bocca aumenta quindi è buona norma sostituire lo spazzolino una volta guariti.

Rinunciare all’igiene orale: Spesso provare dolore o vedere del sangue quando ci si lava i denti porta a rinunciare all’igiene quotidiana. Questa scelta va evitata sempre. Non lavare i denti peggiorerà la situazione della vostra bocca. Il dolore e/o il sanguinamento sono sintomi di problemi, continuate a lavarli e rivolgetevi subito al vostro dentista per risolvere il problema.

Considerazioni da fare su Igiene Prevenzione

Limita il numero dei tuoi spuntini. Ogni volta che mangi cibo contenente zuccheri o amidi, i tuoi denti vengono attaccati da acidi per 20 minuti o più. Durante un pasto viene prodotta più saliva, che aiuta a rimuovere il cibo dalla bocca e quindi a ridurre gli effetti degli acidi. Più frequenti sono i pasti e più prolungata e’ la permanenza del cibo in bocca, e maggiore è il rischio che i batteri producano carie ai denti. Non è la quantità di zucchero che si mangia, ma il tempo che resta a contatto con i denti ad influire sulla formazione di carie. Alimenti che si sciolgono lentamente in bocca come caramelle espongono i denti agli acidi formati da batteri orali, ma anche frutta, latte, pane, cereali e verdure.